Quando l’impresa di famiglia salva la vita

In queste pagine raccontiamo e approfondiamo storie di imprese di famiglia cercando di cogliere le caratteristiche che più di altre descrivono il valore di questa tipologia di imprese.

La storia di oggi racchiude in se tanti elementi su cui riflettere.

Sapete quanto importante sia per me il tema dell’innovazione. Nel mio libro “Non Mollo!” ne parlo diffusamente cercando di convincere il lettore dell’importanza di questo aspetto per la sopravvivenza e per la continuità dell’impresa verso un futuro sempre più complesso e ricco di sfide.

Nella storia che potrete leggere seguendo il link, potete cogliere l’importanza che ha assunto l‘innovazione per il salvataggio di Beghelli.

Il Non Mollare, ha interessato in particolare un gruppo di oltre 100 ricercatori che sono stati il primo motore di rilancio dell’impresa.

Non sfuggirà dalla lettura inoltre, la vera caratteristica distintiva di una impresa di famiglia.

In una posizione analoga, probabilmente, un manager avrebbe perseguito il risultato economico, rivedendo la stuttura dei costi fissi, tagliando i costi in ricerca & sviluppo e altre ottimizzazioni, per poter presentare al sistema finanziario, flussi di cassa migliorati.

Il fondatore invece ha perseguito il suo sogno, ha salvaguardato la sua creatura, guardando nel lungo periodo invece che guardando il breve o addirittura brevissimo periodo.

Sono lezioni importanti che meritano di essere valorizzate e ricordate per far comprendere l’importanza, nel nostro sistema di valori, che imprese di famiglia incarnano e rappresentano.

Una storia di ordinaria impresa di famiglia capace di essere di esempio per molte imprese nascenti.

Buona lettura

Beghelli salva la vita all’azienda

 

Davide Merigliano

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *