Imprese di Famiglia : Le chiavi del successo

Le imprese familiari, lo abbiamo detto più volte, spesso sono considerate marginali. Eppure basta guardarci intorno e verificare che dalla piccola bottega, alle multinazionali, le imprese di famiglia sono alla base di molte economie.

BMW, Samsung e Wal-Mart e se volete proprio…FCA, sono imprese controllate da Famiglie.

Un terzo delle imprese appartenenti all’indice S&P 500 e il 40% delle 250  imprese più grandi di Francia e Germania  si definiscono imprese di Famiglia in quanto le decisioni più importanti come la nomina del presidente o dell’amministratore delegato sono influenzate da esse.

Quello che succede in tutte le aree del mondo è che con la crescita, aumentano le difficoltà.

Difficoltà spesso di mercato e della incapacità di adeguarsi alle sfide e all’evoluzione del settore nel quale operano.

Più frequentemente invece le nuove generazioni non sono in grado di rinnovare l’impresa e di proseguire la strada tracciata dal fondatore. Inoltre  l’ingresso degli eredi assieme alla complessità di governance conseguente, spesso mina la possibilità di dare continuità all’impresa, in termini di coerenza di valori e di direzione.

I numeri sono spesso più crudi delle sensazioni e in tutti i paesi industrializzati meno del 30% delle imprese di Famiglia arriva alla terza generazione.

La buona notizia è che chi supera questa soglia, spesso ottiene risultati importanti e diviene un punto di riferimento non solo per le imprese di famiglia e per il settore di riferimento.

Quali sono alloro le chiavi di successo delle imprese che superano la terza generazione e diventano un modello di riferimento?

Sembrano essere in particolare due: ottenere delle buone performance e avere la famiglia in grado di esercitare il controllo di proprietà.

Per ottenere il successo tuttavia devono lavorare in sintonia 5 dimensioni

 

Le cinque dimensioni.

Famiglia: ovvero l’armonia delle decisioni affinchè sia facile comprendere l’esatto ruolo della famiglia all’interno delle decisioni più significative.

Proprietà: ovvero la capacità di dotare l’impresa delle risorse necessarie per crescere assieme al capitale necessario per controllare le parti più significative del business

Governance: ovvero la capacità di governare e gestire un portafoglio dinamico di iniziative

Patrimonio: ovvero la gestione professionale del patrimonio di famiglia

Spirito/Valori: ovvero la capacità di avviare/gestire fondazioni in grado di promuovere i valori più significativi e profondi della famiglia.

Nel prossimo articolo approfondiremo queste cinque dimensioni.

 

 

 

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *