Ayala, per ricordare che le imprese di famiglia non sono solo Venete

Spesso si crede che le imprese di famiglia siano una tipica rappresentazione dell’imprenditoria del Nord Est.

Dopo gli anni 60 e più diffusamente negli anni 80,  la spinta verso una imprenditoria diffusa è stata certamente aiutata dalla ricerca di ridurre i costi fissi e la manodopera interna stimolando lo spirito imprenditoriale di molti che proprio in questa opportunità hanno magari colto il loro spirito imprenditoriale rappresentato in particolare da tenacia e creatività.

Alcuni hanno avuto più successo ed in particolare alcune imprese, basate sulla creatività del fondatore, sono riuscite a sopravvivere al passaggio generazionale e hanno avuto la fortuna di trovare nella nuova generazione capacità innovative utili per il rilancio o il consolidamento.

Nel mondo, vi sono esperienze di  successo e in alcuni casi, storie che fanno riflettere proprio sulla particolarità delle imprese di famiglia e soprattutto su alcune caratteristiche che rendono questa tipologie di imprese e la loro struttura di gran lunga preferibili alle imprese “publiche” a proprietà diffusa, che mirano in molti casi solo alla massimizzazione dei risultati in molti casi di breve o brevissimo periodo.

Fa molto riflettere la storia del gruppo filippino Ayala che nasce nel lontano 1834 e del quale potrete trovare allegato il link alla presentazione del gruppo.

Rileggendo la storia emergono più di altri due aspetti che dal mio punto di vista fanno la differenza e per i quali invito le giovani generazioni a riflettere.

Il primo aspetto è certamente rappresentato dal fortissimo impegno ad aiutare lo sviluppo e la crescita del paese, le “Filippine”, considerando quindi elementi essenziali per il proprio successo la sostenibilità e l’inclusione delle proprie attività non solo per gli azionisti ma per tutti gli appartenenti al sistema.

Il secondo aspetto è certamente rappresentato da una visione di lungo periodo caratterizzata da veri valori di partnership ovvero dal reale coinvolgimento di una collaborazione con tutti i partner.

Proseguire il lavoro dei fondatori prendendo a riferimento questi due principi, credo possa essere di stimolo e soprattutto garantire lo sviluppo di impresa secondo principi che anche in altri paesi e sopratutto in altre culture hanno funzionato come volano di sviluppo.

E copiare le esperienze di successo, forse, possono aiutarci a migliorare

Davide Merigliano

Link al gruppo Ayala

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *